Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La rabbia dei giostrai perugini: niente baracconi ma le carrozzelle a Santa Maria degli Angeli ci sono

Lo stop per il rischio contagi appare sempre più inevitabile

  • a
  • a
  • a

Non si placa la rabbia e la delusione dei giostrai perugini che si oppongono alla decisione di non aprire i baracconi. Uno stop per rischio contagi da Covid che appare anche in questo inevitabile come per tutti gli altri grandi eventi e le manifestazioni che comportano il pericolo di assembramenti, tra tutte la stessa Eurochocolate. In attesa del responso definitivo che dovrebbe arrivare da un’ordinanza della presidente Donatella Tesei o da un nuovo Dpcm del Governo Conte, i giostrai fanno notare cosa accade fuori Perugia. A Terni il sindaco Leonardo Latini sta ancora valutando in merito all’allestimento del tradizionale luna park al quartiere Staino. Al momento il primo cittadino non avrebbe ancora detto l’ultima parola ma certo è che il Comune ha deciso intanto lo spostamento del mercato settimanale della zona fino a febbraio, proprio per permettere la sistemazione delle giostre.
Sono funzionanti invece le carrozzelle a Santa Maria degli Angeli, nel piazzale del teatro Lirick. L’attrazione legata alle festività del patrono San Francesco, sono state autorizzare da una delibera della commissione di vigilanza del Comune di Assisi. Va da sè che si tratta in questo caso, di luna park che per spazio e numero di attrazioni sono notevolmente più piccoli di quello di Pian di Massino.