Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Umbria, la virologa: "Siamo preoccupati, rafforzare le misure di contenimento"

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Della situazione Covid nel cuore verde abbiamo parlato con la professoressa Daniela Francisci, direttore della clinica di malattie infettive dell’ospedale di Perugia. “Siamo preoccupati. - spiega Francisci - C'è un incremento a livello nazionale e anche l'Umbria non fa eccezione. Dobbiamo più che mai ora tenere alta la guardia e attenerci scrupolosamente alle regole note”. Sull’ipotesi che l’aumento dei contagi possa derivare dalla riapertura delle scuole dice: “ Non credo, non ho comunque elementi per poterlo escludere. A livello nazionale non si ritiene che l'impatto della scuola sia determinante ai fini dell'attuale crescita di contagi”. 
Secondo Francisci, “ci sono molti contagi intrafamiliari. Scarso rispetto delle norme di contenimento. Sottovalutazione del rischio soprattutto da parte dei più giovani” e per questo “bisogna incentivare le misure di contenimento del contagio che non significa riproporre il lockdown, ma limitare qualunque evento che porti ad assembramenti come feste e rafforzare la misure di contenimento” perché, la professoressa, che nei mesi bui dell’emergenza ha curato centinaia di pazienti, non nasconde che la situazione negli ospedali umbri “è al limite”.