Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso Suarez, spunta nuovo testimone: è il secondo docente presente all'esame

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

C’è un nuovo testimone nelle indagini sull’esame di italiano “farsa” di Luis Suarez. E’ Danilo Rini, il secondo docente che insieme a Lorenzo Rocca ha esaminato il calciatore nella Palazzina Prosciutti dell’Università per Stranieri, nel pomeriggio del 17 settembre scorso. Rini, non indagato, ha assistito all’esame di Suarez. Contattato dal Corriere dell’Umbria, informa di essere già stato sentito a “sommarie informazioni testimoniali” dai pm Paolo Abbritti e Gianpaolo Mocetti come testimone. Ma “senza avvocato al seguito, perché non ho a mio carico alcun addebito”, specifica il docente. Che non vuol commentare: “Sarà la procura a riferire”. Il docente Rini, come da procedura, avrebbe dovuto stabilire il voto insieme a Rocca - indagato per corruzione, falso e rivelazione di segreti d’ufficio - dopo aver fatto domande e giudicato il livello di italiano di Suarez. Per gli inquirenti però il voto (3, il minimo per la certificazione Celi B1) era già stato deciso a tavolino. Su questo si sarebbero concentrate le domande. Rini è l’unico docente non indagato. Rocca, col il rettore Grego Bolli e il dg Simone Olivieri, sono indagati per i tre reati citati. Mentre Stefania Spina, la docente che ha preparato a distanza Suarez, nell’avviso di garanzia ha solo falso e rivelazione. Poi c’è l’impiegata Cinzia Camagna, con solo il falso. Tutti respingono le accuse. Rini specifica solo che per quella sessione straordinaria è stato chiamato “all’ultimo momento”. A dimostrazione del fatto che l’esame è stato organizzato in non più di 10 giorni. Sul sito web dell’ateneo c’è la prova fac simile che ha affrontato Suarez (con le risposte passate in anticipo e fatte imparare a memoria, secondo i pm) ma non v’è traccia nel calendario della sessione straordinaria. Né sono presenti atti deliberativi che la istituiscono. Una sessione fantasma. A conferma che l’obiettivo era tenere tutto nel riserbo fino alla promozione lampo.