Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso Suarez, il difensore dell'impiegata indagata: "Procedura d'esame inusuale, le è stato ordinato di accelerare"

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

“Procedura inusuale”. Sull’esame di italiano “accelerato” di Luis Suarez ci sono prime ammissioni davanti ai magistrati. 
“In base a quello che ha spiegato la mia assistita ai pm, è stata una pratica certamente non usuale. Non era del tutto eccezionale, in alcuni casi particolari è stata applicata, ma di certo non usuale”. 
Chi parla è l’avvocato di Cinzia Camagna, Giuseppe Innamorati. Il contenuto del virgolettato è quanto riferito dall’impiegata dell’Università per stranieri ai sostituti procuratori che indagano sul presunto esame farsa di italiano di Luis Suarez. Lei è indagata per falso. Ha materialmente elaborato il diploma. L’altra cosa che ha detto, stando a quanto riporta il legale, è che “le è stato ordinato di accelerare. Diversamente da quanto accadeva solitamente, doveva preparare il modulo prima. L’intenzione, stando a quello che ha capito lei, era consegnare il documento in caso di esito positivo, come effettivamente avvenuto, oppure stracciarlo, nell’ipotesi ben più remota, di esito negativo. Comunque respingiamo l’accusa di falso, Camagna ha pedissequamente eseguito le direttive imposte. Peraltro ha complilato tre quarti del modulo, che poi è stato firmato da altri”, spiega Innamorati. 
Camagna, impiegata al livello base, è stata interrogata martedì pomeriggio da Paolo Abbritti e Gianpaolo Mocetti. 
Nelle intercettazioni contenute nel decreto di sequestro di cellulari e pc c’è l’intercettazione del 15 settembre, due giorni prima dell’esame. 
Camagna parla con Lorenzo Rocca, l’esaminatore del bomber. Rocca è indagato per falso, rivelazione di segreti d’ufficio e corruzione con il rettore Giuliana Grego Bolli e il direttore generale Simone Olivieri. 
Camagna: “Esatto, io lo faccio già preparare, ma devo attendere l’anagrafica. Una volta inserito posso metterci il voto. Mi dici tu che voto do e via”.
Rocca: “Brava, mettici il minimo eeee”.
Camagna: “3,3,3,3,3”. 
Rocca: “Brava, perfetto”. Camagna: “E’ il minimo 3?”. 
Rocca: “Sì sì, metti tutti 3. E perché tanto ho sentito la rettrice ieri, la linea è quella”.
Per il suo difensore, Camagna ha chiesto che voti mettere “così da essere sicura che il sistema producesse questo ‘prodromo’ di documento da consegnare, come richiesto. Era semplicemente tenuta a fare il certificato, senza sapere a cosa sarebbe servito. L’aria che questo milionario sarebbe stato aiutato molto l’avevano percepita tutti, dal basso livello impiegatizio, che è quello della signora, agli altri”, spiega ancora Innamorati in un lancio Adnkronos.
In altre frasi registrate cinque giorni prima della prova, la docente che ha preparato l’allievo Suarez, Stefania Spina (indagata per falso e rivelazione), conferma: “Non dovrebbe (passare il livello B1, ndr), deve, passerà, perché con 10 milioni a stagione di stipendio non glieli puoi far saltare perché non ha il B1”.