Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vandali spaccano le lapidi al cimitero. "Distrutta la tomba di mio padre"

Gabriele Burini
  • a
  • a
  • a

Si reca al cimitero per visitare i propri cari defunti, trova sei lapidi distrutte e denuncia il fatto ai carabinieri. Non si tratta del primo caso nel comune di Castiglione del Lago. “Sono sei le lapidi distrutte – spiega la cittadina testimone della vicenda – Alcune nella zona dell’ingresso, altre in un’altra area del cimitero. E’ un fatto terrificante, hanno tirato giù anche la lapide di mio padre che aveva scelto con tanto amore mia madre, adesso anche lei scomparsa. Ho effettuato già la denuncia ai carabinieri e spero che anche i proprietari delle altre lapidi facciano lo stesso, non è la prima volta che succede una cosa del genere. Devono essere attivate le telecamere di videosorveglianza, non può esserci soltanto il cartello di area videosorvegliata se poi non sono attive”. All’interno del territorio comunale un fatto del genere era già avvenuto ma nella frazione di Gioiella i primi giorni di settembre. In quella circostanza vennero buttate giù due lapidi dove si trovava la foto del defunto, mentre una terza era stata solamente forzata, senza però essere distrutta. L’atto vandalico è stato denunciato anche sui social network e i cittadini si sono detti indignati per un fatto così grave. La distruzione delle lapidi nel campo santo non si verificava da una decina d’anni, mentre più frequenti sono i furti di fiori e vasi. “Serve rispetto, così non va bene”, dicono gli abitanti.