Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugina-Nestlè, i dipendenti dicono sì al lavoro domenicale

L'accordo prevede un gettone pari a 30 euro lordi per il sabato e 50 euro per il giorno succesivo

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Domenica 4 ottobre lo stabilimento della Perugina sarà aperto. I dipendenti della fabbrica di San Sisto hanno infatti accolto l’accordo siglato dai sindacati di categoria e dai vertici della Nestlé che prevede anche il lavoro festivo per far fronte all’aumento di volumi su alcune linee. Interessati infatti dalla nuova modalità, che prevede un lavoro a ciclo continuo su sette giorni, diviso in tre turni, sono due impianti. In totale sono coinvolti una quarantina di operai. La nuova modalità di lavoro durerà sei mesi, il termine è infatti fissato per il prossimo 14 marzo. 
L’accordo prevede, oltre alle maggiorazioni previste dal contratto collettivo nazionale, un gettone pari a 30 euro lordi per il sabato e 50 euro per la domenica. Per ogni giorno di lavoro effettuato nel fine settimana, quando la mensa aziendale è chiusa, viene riconosciuto un ticket restaurant del valore di 3,56 euro. “Le parti - si legge nell’accordo - torneranno ad incontrarsi entro la fine del mese di ottobre 2020 per verifica e reciproca valutazione sullo schema orario adottato”. Schema che si è reso necessario per i maggiori ordinativi provenienti dall’estero che stanno riguardando soprattutto la produzione del Kit Kat Icon e delle altre tipologie che Nestlé ha messo e vuole ancora mettere sul mercato mondiale.