Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, calci e pugni alla moglie: arrestato 56enne

  • a
  • a
  • a

Arrestato in flagranza per maltrattamenti in famiglia. Un italiano di 56 anni, già noto alle forze dell’ordine per precedenti specifici, è stato fermato dagli agenti della squadra volante della questura di Perugia e ieri mattina è comparso davanti al giudice per la convalida all’esito della quale gli è stato imposto il divieto di avvicinamento alla moglie. La donna nel frattempo è stata trasferita in un luogo protetto. Tutto accade poche sere fa: alla centrale operativa della questura arriva la telefonata di una donna di 49 anni terrorizzata perché il marito l’aveva presa a calci e pugni dopo essere rientrato a casa ubriaco e fatto di eroina. La donna, che già in passato è stata vittima della sua violenza, ha chiamato subito il 113. Ma lui ha reagito scaraventando a terra e contro di lei una pentola con dentro il sugo, mentre continuava a dare in escandescenze. All’arrivo degli agenti la situazione non è migliorata tanto che ha cercato di aggredire anche loro. Il 56enne, che a carico ha già numerosi pregiudizi di polizia per minacce, rifiuto di indicazioni sulle proprie generalità, porto d’armi o oggetti atti ad offendere, resistenza, lesioni personali aggravate, evasione, maltrattamenti in famiglia, ricettazione, rapina impropria e falsi in genere, è stato dunque arrestato per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale e denunciato a piede libero per minacce gravi, oltraggio e rifiuto di fornire le proprie generalità. 
Il 56enne era già stato arrestato nel 2012 e l’anno scorso era stato denunciato, sempre per violenza di genere, dalla moglie.