Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, la denuncia dei precari della scuola: "Incarichi la sera per la mattina"

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Incarichi assegnati la sera per la mattina, scoperti leggendo le comunicazioni che vengono pubblicate sul sito dell’Ufficio scolastico regionale. L’assegnazione delle cattedre di supplenze o per il sostegno a Perugia continua a creare non pochi mal di pancia. A leggere i post dei precari nel gruppo Facebook appositamente costituito si vede che i problemi sono comuni a tutti. Mandate in pensione le chiamate in presenza, come avveniva fino allo scorso anno, la piattaforma online e le tempistiche dettate dall’Ust creano perplessità e difficoltà. 
Valentina Testa ieri pomeriggio non sapeva ancora se e dove avrebbe dovuto prendere servizio stamane. “Io - racconta - sono una mamma single, se mi danno un incarico lontano come faccio ad organizzarmi con solo una notte di anticipo? E se poi rinuncio che mi può succedere?. Questo modo di fare è folle e non rispettoso della nostra professionalità. Chiunque ha il diritto di sapere dove dovrà andare a lavorare la mattina dopo”. Roberta Bianchi invece l’incarico lo ha già avuto. Manco a dirlo, la sera per la mattina. 
“Passiamo le giornate ad aggiornare il sito dell’Ust e le pubblicazioni arrivano solo a tarda sera quando non si possono chiedere spiegazioni e quando è tardi per organizzarsi. Le graduatorie provinciali sono una grande occasione persa, difettano di trasparenza. A me mancano due punti per esempio, ho mandato un reclamo ma non è stato accolto. Ci è stato detto che i punteggi ormai sono definitivi e se vogliamo si può ricorrere al Tar. Io l’ho chiesto alla scuola dove ho preso servizio ma mi hanno detto ‘ dopo le nomine’. Almeno io lavoro. Ma certo, l’ho saputo guardando il sito alle 23 e ho preso servizio la mattina dopo. Gli altri anni avevamo 24-36 ore per accettare o meno un incarico. E poi io avevo chiesto un part- time invece mi hanno dato un incarico a tempo pieno. Insomma un delirio”. 
Ieri sera, a leggere i post del gruppo Facebook dei precari perugini sembrava esserci un altro problema in arrivo: un’utente scriveva di “rettifiche in arrivo sulle cattedre di sostegno, sarà una lunga serata”.