Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, rissa tra due stranieri e un italiano ad Arrone: indagano i carabinieri

I tre avrebbero anche importunato una dipendente di un bar lungo la statale Valnerina

  • a
  • a
  • a

Botte da orbi, in Valnerina, nella provincia di Terni, in una calda serata estiva, con intervento dei carabinieri e indagini in corso per accertare le responsabilità. Non è certo passata inosservata la baraonda scatenata da tre soggetti, neanche particolarmente giovani, nella tarda serata di venerdì 11 settembre 2020, prima della mezzanotte, fra Fontechiaruccia - al confine fra i comuni di Montefranco ed Arrone - e il centro di Arrone.

I tre - due cittadini stranieri ed un italiano - molto probabilmente ubriachi hanno creato il caos prima in un bar nei pressi della statale Valnerina, dove avrebbero importunato anche una dipendente del locale, e poi ad Arrone. Qui, a partire dagli schiamazzi lungo il tragitto che li ha condotti nella piazza centrale, i tre sarebbero passati alle vie di fatto, sempre fra di loro, dandosele di santa ragione. Danneggiando almeno un veicolo in sosta e poi finendo pure per menarsi, complice probabilmente il tasso alcolico particolarmente alto. Tanto che è partita la chiamata ai carabinieri, arrivati sul posto con due pattuglie del Nor di Terni.

I soggetti - nessuno dei quali avrebbe portato lesioni tali da rendere necessario l'intervento dei sanitari - sarebbero stati identificati e sembrano plausibili provvedimenti, una volta conclusi gli accertamenti dell'Arma. Sull'accaduto dice la sua anche il sindaco di Arrone, Fabio Di Gioia: "A breve - spiega - invierò una lettera a tutte le autorità competenti in materia di sicurezza del territorio, chiedendo controllo più stringenti per ciò che attiene l'abuso di alcolici ed anche di sostanze stupefacenti. L'obiettivo deve essere quello di salvaguardare anche le comunità più periferiche attraverso azioni mirate la cui necessità, nonostante gli sforzi compiuti sin qui, è evidente agli occhi di tutti. Spesso si parla di sicurezza che, in molti casi, è questione quotidiana, persino banale. Chi sbaglia o crea problemi, semplicemente deve essere punito secondo legge".