Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, fucile e due pistole non denunciati trovati nell'automobile: professionista arrestato in azienda

  • a
  • a
  • a

I carabinieri della compagnia di Perugia hanno arrestato un 55enne italiano, libero professionista, per detenzione illegale di armi comuni da sparo e relativo munizionamento e un 23enne tunisino, regolare sul territorio nazionale, per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.
In particolare, nel pomeriggio dell'8 settembre, i carabinieri della Stazione di Ponte San Giovanni, su indicazione della centrale operativa, sono intervenuti nei pressi di una ditta, nell'immediato hinterland di Perugia, dove hanno proceduto al controllo di un’autovettura di proprietà del 55enne italiano, intento nel trasportare materiale dal proprio ufficio dell’azienda in cui lavora. Avendo notato un’arma posata sul sedile posteriore, i carabinieri hanno proceduto ad un'accurata perquisizione del veicolo:, sono stati sequestrati un fucile “Benelli”, una pistola “Beretta” calibro 7.65 e una rivoltella “EIG”, nonché 125 proiettili di vario calibro. A seguito di accertamenti, le armi sono risultate detenute non regolarmente, poiché l’uomo aveva omesso di presentare la prevista denuncia all’autorità di polizia. L'uomo è stato portato a casa in regime di arresti domiciliari e, all’esito della celebrazione  processo per direttissima, è stato convalidato l’arresto e il 55enne è stato rimesso in libertà.