Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Assisi, due milioni di lavori nelle scuole elementari e medie. Ecco dove

Flavia Pagliochini
  • a
  • a
  • a

Ad Assisi due milioni di euro per le scuole comunali, medie ed elementari, in tutto una decina, che riapriranno lunedì 14 settembre. Lavori di riqualificazione attesi da tempo, oltre che per l’emergenza sanitaria. Intanto, l’assessore Simone Pettirossi anticipa che i seggi non saranno spostati: i tempi sono troppo stretti per tutti i passaggi burocratici e, soprattutto nelle frazioni, non ci sono spazi alternativi. E il comitato MammAssisi, che aveva sollevato la problematica, rilancia: l’Istituto comprensivo Assisi 1 non avrebbe ancora convocato i genitori per illustrare le modifiche e i nuovi regolamenti anti Covid: “Un ritardo inaccettabile e ingiustificato. Siamo in una fase di emergenza mai vissuta prima, abbiamo diritto di essere informati e rassicurati”.

Tornando ai lavori, a Rivotorto, Petrignano e Palazzo sono state sistemate le aree esterne alle tre scuole, costo 700 mila euro. Grazie a un contributo di 130 mila euro per l’efficienza energetica, verranno adeguate o sostituite le coperture e gli infissi, come alla primaria Patrono d’Italia. Altri 45 mila euro serviranno per gli arredi scolastici: come quelli della mensa alla primaria Sant’Antonio e per la scuola d’infanzia San Paolo. Ulteriori 340 mila euro stanziati dal ministero sono stati usati per il consolidamento statico dei solai e anti-sfondellamento della primaria di Rivotorto, adeguata anche nell’impianto anticendio.

A Tordandrea rifatti i bagni della scuola d’infanzia per un costo di 60mila euro (finanziati dalla Regione); il Comune di suo ha messo altri 400 mila euro per il rifacimento dei bagni, la rimozione infiltrazioni, potenziamento impianti e rimozione di barriere architettoniche nei vari plessi. Alla Frate Francesco è stata ampliata l’aula disegno e adeguata l'uscita antincendio; è stata realizzata un’aula didattica di circa 70 metri quadrati e l'ex sala docenti è stata riconvertita in aula didattica; un’altra aula è stata “guadagnata” rimuovendo un’infiltrazione e altre arrivano grazie al trasloco dell’Alberghiero; l'impianto di riscaldamento e raffrescamento nell’aula informatica e nella biblioteca è stato rinnovato.

Alla primaria Giovanni XXIII, è stato recuperato uno spazio esterno; l’ex biblioteca diventa un’aula polivalente; arriva un’aula Covid per eventuali emergenze. A Petrignano, infine, lavori alla Pennacchi (realizzato uno spazio didattico di 160 metri quadrati al posto dell’ex refettorio con locali accessori comunicanti e cinque aree da utilizzare per l’apprendimento sia fisico che virtuale; due aule sono state ampliate) e alla Masi, dove è stato trasferito il laboratorio multimediale per realizzare un nuovo spazio didattico di 75 metri quadrati ed è stata realizzata una nuova rete informatica.