Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Procura di Perugia, ricorso al Tar contro la nomina di Cantone

A presentarlo il candidato escluso, Luca Masini, procuratore aggiunto a Salerno che chiede prima la sospensione, poi l'eventuale annullamento della delibera del Consiglio superiore della magistratura

  • a
  • a
  • a

Ricorso al Tar contro la nomina di Raffaele Cantone alla guida della procura di Perugia. A presentarlo il candidato escluso, Luca Masini, procuratore aggiunto a Salerno che chiede prima la sospensione, poi l’eventuale annullamento della delibera del Consiglio superiore della magistratura. Il caso sarà mercoledì prossimo all’attenzione del plenum, che esaminerà la proposta della commissione per gli incarichi direttivi di costituzione in giudizio del Csm, invitando l’avvocatura dello Stato a resistere contro il ricorso. Una delibera sulla quale in commissione si sono astenuti i consiglieri togati Piercamillo Davigo, di Autonomia&Indipendenza, e Loredana Micciché, di Magistratura Indipendente, gli stessi che avevano sostenuto la candidatura di Masini. Alla base dell’impugnazione della nomina da parte dello sfidante la convinzione che essa sia viziata, tra l’altro, da una non corretta valutazione del profilo del merito, che ha portato a preferire Cantone in ragione del suo ruolo di presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, ignorando la lunga esperienza di Masini sempre in funzioni di pm e anche con incarichi semidirettivi.