Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Truffa dello specchietto, anziano fotografa autori del finto incidente e li fa denunciare

A Città di Castello coppia tenta di raggirare un uomo ma viene individuata dalla polizia

  • a
  • a
  • a

Truffa e violenza privata: sono i reati cui deve rispondere la coppia, un uomo e una donna, denunciata dalla polizia per aver raggirato un anziano di Città di Castello con il sistema del finto incidente e dello specchietto rotto

I due, a bordo di un'auto, avevano incrociato il mezzo della vittima e arrivati nelle immediate vicinanze avevano simulato un urto e avevano quindi seguito la vittima di turno sino alla sua abitazione.

Uno dei due truffatori, l’uomo, una volta sceso velocemente dall’auto, accusava l'anziano di avere urtato la sua autovettura, danneggiando lo specchio retrovisore esterno chiedendo quindi un immediato risarcimento del danno per evitare regolare denuncia all’assicurazione.

L'anziano cedeva alla richiesta ma non del tutto convinto riusciva a scattare delle fotografie anche all’uomo che, accortosi di ciò, si accontentava di una modica somma che lo sfortunato anziano gli aveva proposto, allontanandosi subito dal luogo.

La vittima richiedeva immediatamente l’intervento di una pattuglia del Commissariato di Città di Castello sul posto la quale, una volta rassicurato il povero uomo, attivava immediatamente le indagini riuscendo ad individuare ed identificare il truffatore e la sua complice, entrambi riconosciuti dalla vittima.

I due, localizzati a stretto giro, venivano denunciati alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di truffa e violenza privata.