Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, il mito di Sergio Endrigo rivive alla cascata delle Marmore con Enrico Ruggeri e Lorenzo Rinaldi

Il giovane ternano, finalista di X Factor 13, si esibirà accompagnato dai Mog4no e da Beatrice Giliberti, altra concorrente del talent di Sky

  • a
  • a
  • a

Sono state le voci delle Black Sheeps, che dal balcone della biblioteca comunale hanno intonato la canzone di “Io che amo solo te” di Sergio Endrigo, ad aprire la conferenza di presentazione dell'ottava edizione del tributo all'artista di Pola che riposa nel cimitero di Terni. Ad interpretare le canzoni, ovvero le poesie di Endrigo, sarà Enrico Ruggeri uno dei maggiori cantautori italiani, sabato 5 settembre 2020 dalle 21 e 30 nella unica cornice della cascata delle Marmore.

In piazzale Byron potranno entrare, viste le misure di sicurezza disposte dai protocolli anti Covid, 300 persone sedute (distanza un metro dall'altro, soltanto i congiunti vicini) e 200 in piedi rispettando sempre la distanza di sicurezza contro gli 800 che avrebbe potuto contenere il piazzale in tempi in cui non c'era l'emergenza sanitaria.  Ad  aprire la serata del tributo a Sergio Endrigo, organizzato dall'associazione “Terni città futura” con la collaborazione del Comune e Regione Umbria,  sarà un talento tutto ternano, Lorenzo Rinaldi, finalista di X Factor, accompagnato dalla band dei Mog4no, che proporrà alcuni brani del grande Endrigo e propri inediti. Con loro anche Beatrice Giliberti, altra partecipante dell’ultima edizione del talent di Sky.

“Sono davvero onorato di poter interpretare le canzoni di un grande come Endrigo – ha spiegato Rinaldi –. Non mi sarei mai aspettato di arrivare ad aprire un tributo così importante per Terni. Durante la serata con i Mog4no presenterò anche dei miei inediti”. Dopo Rinaldi a salire sull'importante palco sarà Enrico Ruggeri, che interpreterà 5 brani del maestro di Pola, oltre ai grandi successi che hanno segnato la sua carriera musicale non solo come cantante, ma anche come compositore. Tra questi “Il mare d'inverno”, che ha cantato Loredana Bertè, e “Quello che le donne non dicono”, interpretata da Fiorella Mannoia.

“Sarà una serata speciale – ha detto il vice sindaco, Andrea Giuli – in cui un grande cantautore, come Ruggeri, interpreterà un poeta della canzone quale è stato Sergio Endrigo, ternano di adozione e sepolto nel cimitero della nostra città. Questo appuntamento è importante, oltre che per omaggiare un grande della canzone, anche per la promozione del nostro territorio e della cascata delle Marmore”.

Grande soddisfazione è stata espressa dall'ideatore del Tributo a Sergio Endrigo, il consigliere comunale Michele Rossi: “A dispetto delle tante difficoltà di carattere economico ed organizzativo abbiamo scelto di provare a raccogliere la difficile sfida del momento e di rilanciare, tornando nel luogo magico dove tutto aveva avuto inizio nel 2012, con l'ambizione che il concerto di quest'anno possa rappresentare una nuova partenza dopo mesi difficili di angoscia e difficoltà di ogni genere. La grande musica, come sempre, dimostrerà di essere ancora una volta più forte di tutto”.  A chiudere la conferenza sempre le Black Sheeps che  hanno cantato il brano “Quello che le donne non dicono”  della Mannoia.