Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mascherine in classe, al Volta di Perugia la preside annuncia la linea dura

Il regolamento prevede sanzioni disciplinari per chi non rispetta il regolamento anti contagio

  • a
  • a
  • a

La preside Rita Coccia annuncia la linea dura contro chi non rispetterà le regole anti-Covid. L’istituto che dirige, il Volta, è il più grande dell’Umbria: 1800 iscritti e 400 tra docenti e personale scolastico. “Impossibile gestire tutto se non ci si attiene a regole specifiche”, evidenzia. E continua: “Il consiglio di istituto e il collegio dei docenti saranno chiamati, l’11 settembre, ad approvare una sorta di regolamento anti-Covid con tutti i comportamenti corretti che gli studenti saranno chiamati a tenere come l’uso di gel disinfettante per le mani e della mascherine o l’accesso al bagno uno alla volta per permettere al personale poi di pulire. I primi sei giorni di scuola saranno utilizzati per spiegare queste norme di comportamento. Dopodichè, chi non le rispetterà sarà sottoposto a una sorta di sanzione che verrà decisa nell’ambito della riunione dell’11 settembre. Io direi di evitare la sospensione e opterei invece per interrogazioni per più giorni o per una sorta di “lavoro sociale” come può essere la pulizia dei banchi”. La preside fa presente che la scuola ha già un suo regolamento che prevede sanzioni disciplinari per gli alunni che non rispettano le regole. “Regolamento pubblicato online e condiviso da tutti i genitori - evidenzia Coccia - Se così non fosse i nostri iscritti non sarebbero così tanti da costringerci in alcuni casi anche a respingere alcuni studenti”. Il nuovo regolamento è stato redatto per poter gestire al meglio l’emergenza Covid all’interno della scuola.