Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, altri casi di positivi in provincia di Terni di rientro dalle vacanze

A Castel Viscardo un contagiato aveva trascorso un periodo in Sardegna. Il virus ha infettato anche una coppia domiciliata a Narni

  • a
  • a
  • a

Un altro caso di positività al tampone in provincia di Terni, ancora una volta da parte di un "vacanziere" di ritorno.

Stavolta si tratta di un residente nel comune di Castel Viscardo, nell'Orvietano, così come ha reso noto noto la stessa amministrazione comunale nel pomeriggio di mercoledì 2 settembre 2020. "Siamo stati appena avvisati dalla Usl Umbria 2 - spiega il Comune - che un residente nel Comune di Castel Viscardo, di ritorno dalla Sardegna, è risultato positivo al tampone per Covid 19. Il nostro concittadino era già stato posto in isolamento fiduciario dal Servizio di Igiene e Prevenzione del Distretto di Orvieto e non ha avuto contatti diretti con residenti nel territorio, presenta lievi sintomi di tipo influenzale e verrà preso in carico dalle USCA del Distretto".

In mattinata era stato il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti, a segnalare altri due casi di persone positive, sebbene solo domiciliate nel suo territorio di competenza e residenti fuori regione. "Sono risultati positivi al Covid 19 una coppia di cittadini non narnesi, residenti fuori regione e domiciliati a Narni - ha spiegato il sindaco -.  La positività dei soggetti è legata alla presenza di casi di positività di loro famigliari residenti fuori regione. Per questo motivo la coppia era già in isolamento domiciliare fiduciario dal 24 agosto scorso ed entrambi sono casi del tutto asintomatici. Rientrano quindi nei casi cosiddetti 'fuori regione' come riportato nelle comunicazioni delle Usl. Ora saranno sottoposte ad isolamento domiciliare obbligatorio ed è in corso, anche per questi casi, la puntuale ricostruzione epidemiologica per ricostruire gli eventuali contatti che risultano solo in ambito famigliare".

"Nel frattempo proseguono le tamponature dei soggetti narnesi in precedenza positivi, che stanno dando un esito incoraggiante (primi tamponi negativi) in attesa di cessazione del contagio al secondo tampone che si sta effettuando in queste ore. La situazione è monitorata continuamente dal sottoscritto in stretta collaborazione con i servizi sanitari", ha concluso De Rebotti.