Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, sfida a chi beve di più. Minorenne in ospedale. E la polizia chiude il bar

  • a
  • a
  • a

Una lunga serie di drink ad alto contenuto alcolico, da bere tutti d’un fiato, uno dopo l’altro. È la sfida dello shottino, pratica particolarmente in voga tra i fedelissimi della cosiddetta movida, a Orvieto. Le conseguenze sulla salute si fanno, però, pesanti se a gareggiare sono i minorenni. Lo sa bene una 15enne di Orvieto che, con alcune amiche coetanee, seguendo il tam tam dei coetanei, si è recata in un bar del centro storico dove, a quanto pare, non era un problema bere super-alcolici in barba alla legge. Dopo alcuni shottini, però, la ragazza si è sentita male. È stato, quindi, richiesto l'intervento del 113 e sul posto è arrivata una pattuglia della squadra volante del commissariato di pubblica sicurezza che ha soccorso la ragazza e richiesto l’intervento dell’ambulanza del 118. Dopo l'episodio i genitori della 15enne si sono recati negli uffici del commissariato di piazza Cahen e hanno sporto denuncia. Si è poi scoperto che il fenomeno era esteso a molti altri ragazzi, purtroppo anche di età inferiore a 16 anni. Tutti i fatti sui quali sono stati svolti gli accertamenti sono stati oggetto di una dettagliata segnalazione inviata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni e alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Perugia con la quale i titolari del locale sono stati denunciati per somministrazione di bevande alcoliche a minori di 16 anni.