Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, arrivano i nuovi giochi per bambini nei parchi pubblici

Il Comune delibera lo stanziamento di 150 mila euro per risistemare le aree di verde attrezzato in 33 diversi punti della città

  • a
  • a
  • a

Al via a Terni la riqualificazione dei parchi pubblici e dei giochi per bambini.

Il Comune ha programmato una serie di lavori che nelle prossime settimane interesseranno diverse strutture e aree verdi attrezzate della città. Per procedere con gli interventi inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche è stata predisposta una cifra di 150 mila euro che palazzo Spada finanzierà con l’assunzione di un mutuo presso la Cassa depositi e prestiti. L’apposita delibera è stata approvata dalla giunta comunale.

Da una recente indagine svolta dalla direzione Lavori Pubblici e Manutenzioni sullo stato di conservazione delle attrezzature ludiche presenti all’interno dei parchi cittadini è emerso che circa il 30 per cento delle strutture versano in una condizione di degrado dovuto all’usura, ma anche ad atti vandalici. Da qui l’esigenza di dover procedere alla loro sistemazione e in alcuni casi alla totale sostituzione.

I lavori riguarderanno 33 parchi e spazi di verde attrezzato. Nella lista figurano, tra gli altri, il parco di via Pascarella, i giardini di lungonera Savoia, i giardini Fonderia in via Tito Oro Nobili, i giardini di viale Campofregoso, il parco Myricae in viale Trento, il parco Collerolletta, il parco Secci in via del Centenario, l’area giochi in via Carnia e i giardini di viale Martiri della Libertà. Convolta dunque quasi tutta la città, dal centro alla periferia.

“Il decoro urbano sta al centro della mia agenda politica con interventi a 360 gradi - commenta l’assessore ai Lavori Pubblici, Benedetta Salvati -. Ho poche risorse perché il dissesto che abbiamo ereditato ci lascia poco margine, ma cerco di compensare con una buona programmazione degli interventi. Soltanto così la nostra città tornerà a essere bella e apprezzata dai nostri cittadini e da chi viene a visitarla”.

Le strutture danneggiate verranno dunque sostituite e messe in sicurezza. In più occasioni i cittadini hanno segnalato il cattivo stato di molte aree verdi chiedendo l’intervento dell’amministrazione civica.

Di fatto il Comune è responsabile dei danni causati a terzi dai beni del proprio verde urbano (alberi, giochi non più a norma, panchine rovinate, staccionate fatiscenti) per cui era necessario provvedere al più presto alla sistemazione di tutte le strutture deteriorate e rischiose per l’incolumità dei cittadini. In questo periodo, tra l’altro, c’è anche da fare i conti con le regole anti Covid.

La polizia locale sta proseguendo con i controlli per evitare la formazione di eventuali assembramenti.