Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Operazione della finanza, sequestrati 900 chili di pesce diretto a Perugia

  • a
  • a
  • a

Era destinato anche ai ristoranti di Perugia parte di quei 900 chilogrammi di pesce sequestrati dalla Guardia di Finanza di Venezia a bordo di un furgone. L’intervento delle fiamme gialle della compagnia di Chioggia si è concretizzato nell’ambito di un servizio mirato proprio al trasporto del pesce in vista del Ferragosto e, quindi, del conseguente aumento del consumo dei prodotti ittici in praticamente tutta Italia. E allora, i militari della Guardia di Finanza del comando provinciale di Venezia si sono piazzati lungo la statale Romea e hanno bloccato diversi mezzi di trasporto. Tra questi, un furgone coibentato che trasportava poco meno di un quintale di pesce. 
In particolare, secondo quanto comunicato dalla guardia di finanza di Venezia, dentro c’era persico e lavarello che erano chiusi in cassette di polistirolo anonime, prive di qualsivoglia etichetta utile per risalire alla provenienza del prodotto ma, soprattutto, per poterne tracciare i passaggi della filiera alimentare prima di arrivare nel piatto del consumatore. dagli accertamenti effettuati dalla finanza è poi emerso che il pesce proveniva dalla zona del Garda ed era diretta in alcuni ristoranti di Perugia e Viterbo. Il conducente è stato sanzionato e rischia una multa fino a 4.500 euro.