Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Presunto stupro di una 19enne perugina a Cattolica: accertamenti biologici

Fra.Mar.
  • a
  • a
  • a

Saranno gli esiti degli accertamenti biologici sui prelievi organici e sugli indumenti della 19enne della provincia di Perugia a stabilire se possa essere stata o meno vittima di violenza sessuale, come ha ipotizzato quando si è svegliata nuda su una spiaggia di Cattolica alle 4.30 di mattina.
Al momento, le indagini dei carabinieri - guidate dal capitano Luca Colombari alla guida della Compagnia di Riccione - non sono arrivate a stabilire in via definitiva se la giovane, che era in vacanza sulla riviera romagnola insieme ai genitori, possa essere stata vittima di uno stupro. Ci sono dei primi risultati ma non sono sufficienti da soli a stabilire in un senso o nell’altro cosa sia accaduto. La ragazza è risultata negativa al drug test, mentre è risultata positiva all’assunzione di alcol con un tasso di 2,45. Dalla prima visita medico-legale non sono emerse lesioni, nel referto si parla di presunto stupro. La 19enne è stata trovata nuda in spiaggia non lontano da una discoteca da due passanti. Ha fatto chiamare un amico che ha dato la sua stessa versione: sono andati a ballare al Bikini e lei ha versato per sbaglio un drink addosso ad un uomo, si è offerta di pagargli da bere, poi non ricorda più nulla. Al vaglio dei militari ci sono le molte telecamere della zona che potrebbero aver immortalato qualcosa.