Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, indagini sull'incendio: il Comune emette ordinanza precauzionale

Fra.Mar.
  • a
  • a
  • a

Da una prima visione delle immagini delle telecamere di sorveglianza sembra essere stata individuata una sorta di fiammella nelle vicinanze di un macchinario utilizzato per pressare le carcasse di auto. Potrebbe essersi generato un corto circuito e, da lì, poi il rogo al Punto Riciclo auto di Sant'Andrea delle Fratte. 
Come di norma in casi simili, il Comune di Perugia (sul posto si è recato l’assessore, Luca Merli) dato che nell’incendio ha bruciato anche molta plastica, ha emesso, in via precauzionale, su richiesta dell’Arpa Umbria e dell’Usl Umbria 1, un’ordinanza che impone per un raggio di 3 chilometri dal luogo dell’incendio le seguenti misure: “ Il consumo di prodotti alimentari coltivati nell’area solo dopo accurato lavaggio con acqua, associato a strofinazione delle superfici e, ove possibile, alla rimozione del rivestimento superficiale mediante spellatura o sbucciatura”. Scatta invece il “ divieto di consumo dei prodotti coltivati nell’area individuata, da parte dei soggetti più a rischio, come bambini, donne in gravidanza e in allattamento, il divieto di pascolo e razzolamento degli animali da cortile e il divieto di utilizzo dei foraggi e cereali destinati agli animali, raccolti nell'area interessata dall’incendio”. L’ordinanza prevede inoltre che le aziende ubicate nell’area interessata “provvedano all’eventuale manutenzione straordinaria degli impianti di ventilazione meccanica con prelievo di aria dall’esterno”.