Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tragedia di Mykonos, la polizia indaga sulle auto noleggiate dalle ragazze

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Nell’attesa del rientro della salma, tra i familiari e gli amici di Carlotta Martellini, a Perugia e Corciano è il momento del dolore. Nel frattempo, a Mykonos, le autorità stanno cercando di far luce sulla tragedia. Di capire se dietro l’assurda morte di una ragazza, appena diciottenne, nel fiore della gioventù e con tutta la vita davanti, ci possano essere responsabilità. E, come già anticipato, uno degli accertamenti che sta facendo la polizia greca riguarda il noleggio delle due jeep cabrio su cui viaggiavano lei e le amiche al momento del volo nella scarpata. 
Sembra infatti che gli elementi da controllare siano due. Non solo quello relativo al tipo di automobile che l’esercente ha ceduto a un gruppo di ragazzine neo patentate, che non superano i 19 anni e che quindi probabilmente non avrebbero potuto prendere dei mezzi per cui si richiede una maggiore esperienza e 21 anni. Ma anche se le vetture, le due jeep cabrio, che compaiono nei tanti video postati sul profilo Instagram delle ragazze, fossero ancora utilizzabili oppure no. Erano troppo vecchie e usurate o potevano ancora circolare per le strade dell’isola del divertimento? Tutti interrogativi a cui dovranno rispondere le autorità greche che dopo aver interrogato le giovani, hanno consigliato il rientro immediato delle altre ragazze coinvolte nell’incidente, avvenuto venerdì notte. Nell’isola greca infatti, c’è solo un presidio medico di primo soccorso che non avrebbe potuto indagare eventuali altri traumi più seri. C’è da chiedersi cosa potrebbe accadere in caso di patologie serie e se per Carlotta, un intervento di altro tipo, avrebbe potuto portare a un esito diverso. Al vaglio degli inquirenti ci sono ovviamente anche le condizioni fisiche delle ragazze che erano alla guida delle due jeep al rientro da una nottata al noto locale Tropicana. Carlotta infatti, come documenta un inquietante video nel suo profilo Instagram, era seduta in uno dei sedili posteriori, purtroppo non protetti da alcun tipo di tettuccio. L’uscita di strada dell’auto per lei è stata senza ritorno. La ragazza 18enne di Corciano infatti è letteralmente volata via dall’abitacolo aperto e si è schiantata, con tutta la violenza che si può intuire dalla collocazione del mezzo, sugli scogli. A riprendere il corpo della bellissima Carlotta, è andato il padre. La povera mamma è rimasta nella casa di San Mariano, schiacciata da un dolore straziante.