Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Marsciano, il centuro morto era un imprenditore papà di due figli

  • a
  • a
  • a

Era a bordo della sua moto quando, per cause che sono ancora in corso di accertamento, è finito contro un’automobile. E’ morto così, Paolo Pierassa, imprenditore di 44 anni di Migliano, che ieri mattina attorno alle 8.30 percorreva la strada che collega la frazione a Marsciano. Poco lontano da casa sua, in cui viveva con la moglie e due figli, è finito sotto un’automobile. Le ferite sono sembrate sin da subito molto gravi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 partiti dall’ospedale della Media Valle del Tevere a Pantalla e hanno cercato di fare immediatamente tutto il possibile e, vista la gravità hanno deciso di trasportarlo al Santa Maria della Misericordia. Purtroppo però è morto nella sala rossa del pronto soccorso dell’ex Silvestrini. La dinamica esatta del sinistro è ora al vaglio dei carabinieri della stazione di Marsciano che sono intervenuti sul posto.
L’uomo deceduto era un imprenditore molto conosciuto in zona e, insieme al fratello, era titolare dell’azienda Promec che si occupa di meccanica di precisione. Pierassa era sposato con una ex consigliera della passata legislatura nel Comune di Marsciano. 
Dopo l’incidente di ieri mattina, è arrivato anche il cordoglio del Comune di Marsciano. La stessa amministrazione comunale ha ricordato anche che quattro giorni fa ha perso la vita un altro incidente molto simile a quello accaduto ieri mattina. Anche in quel caso infatti ha perso la vita un uomo, residente a Marsciano, che, mentre era a bordo del suo scooter, è finito contro un furgone nella zona di Ponte della Pietra ed è deceduto. In quel caso a perdere la vita è stato Silvano Bianchi, di 63 anni. “ Il 2020 – sta scritto in una nota del Comune – segna così un’altra estate purtroppo tragica per gli incidenti mortali che coinvolgono motociclisti marscianesi. E il pensiero torna all’agosto del 2019 con la morte di Matteo Nulli”.