Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, è morto Giuseppe Fioroni. La città piange un grande artista

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Giuseppe Fioroni, l’artista poliedrico autore di numerose iniziative che hanno caratterizzato la vita artistica di Perugia e padre dell’assessore regionale alle attività produttive, Michele, è morto nella sua casa di Piscille, all’età di 82 anni. A ricordare la sua vicenda umana e soprattutto artistica, oltre alla presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei,  il sindaco Andrea Romizi, il presidente della Fondazione Umbria Jazz Gian Luca Laurenzi e il presidente della Società del Bartoccio, Remo Zuccherini.

“Giuseppe Fioroni – si legge in una nota del sindaco Andrea Romizi  – con la sua arte sapeva colorare la vita di tutti, così come con la sua generosità contribuiva a rendere migliore quella di chi aveva bisogno. Artista a tutto campo, aveva anche una grande passione per la musica, dimostrando una straordinaria capacità nel suonare tanti strumenti. Lo vogliamo ringraziare ancora una volta per tutto quello che ha dato alla sua città. Con la Galleria Artemisia aveva saputo vivacizzare Perugia con un luogo di cultura di rilievo nazionale e internazionale. La statua del Grifo che dall’anno scorso è stata allestita nella zona di via Settevalli è opera sua. Quest’anno si era reso pratagonista di una serie di significativi contributi per far fronte all’emergenza Covid, in particolare la donazione di respiratori per l’ospedale Santa Maria della Misericordia. Ci mancherà – conclude la nota del Comune – la sua arte, la sua discreta eppure vivace presenza, il suo attaccamento a Perugia. All’amico Michele voglio esprimere il profondo cordoglio per la perdita e la vicinanza mia personale e di tutta l’amministrazione in questo momento così difficile”.

Gian Luca Laurenzi: “Giuseppe Fioroni aveva realizzato anche un celebre manifesto di Umbria Jazz, quello dell’edizione 2007. Voglio ricordare Giuseppe Fioroni, un uomo geniale, poliedrico e generoso, un amico leale ed affettuoso, con il manifesto di Uj 2007 di cui fu l’autore. Ciao Maestro, la vita perde uno dei suoi più grandi estimatori”.

Il presidente della Società del Bartoccio, Remo Zuccherini: “La Società del Bartoccio si associa al dolore per la scomparsa di Giuseppe Fioroni, che, oltre a coltivare la pittura e altre forme culturali, con la sua passione per la musica e il canto popolare ha mantenuto per tanti anni la continuità di queste tradizioni nella nostra città. Lo ricordiamo anche per il suo generoso impegno al nostro fianco in tante iniziative, a cominciare dalla sua partecipazione musicale allo spettacolo dei burattini del Bartoccio di Mario Mirabassi. Un suo quadro che rappresenta, con la sua speciale capacità coloristica, la figura della maschera perugina del Bartoccio, fu presentato alla mostra organizzata da Marco Vergoni nella galleria Artemisia. Anche nel suo nome continueremo nel nostro impegno per la valorizzazione e la riscoperta della ricchezza culturale della nostra tradizione popolare”.