Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fanghi e rifiuti speciali sotterrati in terreni agricoli, distilleria condannata

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Oltre diecimila tonnellate di fanghi e rifiuti speciali sotterrati nei terreni agricoli: distilleria colpevole, sentenzia il giudice. E’ stata condannata in primo grado a un anno e sei mesi, pena sospesa, Irma di Sarno, quale legale rappresentante dell’azienda di distillati di Ponte Valleceppi. I terreni in questione sono sulla collina di Bosco. Lo stoccaggio è avvenuto anche sul piazzale del sito. Il periodo preso in considerazione va dal 2006 al 2010. E’ finito così il primo round di una vicenda processuale durata tre anni. Il pm Manuela Comodi aveva chiesto tre anni e sei mesi. Il giudice, Giuseppe Narducci, ha stabilito anche che il risarcimento alle parti sarà stabilito in sede civile: si erano costituiti ministero dell’Ambiente, comitato Molini di Fortebraccio e Legambiente, questi ultimi rappresentati dai legali Valeria Passeri e Emma Contarini. “Valuteremo ulteriori azioni difensive”, fa sapere il legale della società, Francesco Falcinelli. Per il giudice la distilleria “al fine di conseguire un indebito profitto derivante dagli oneri non sostenuti per il corretto smaltimento”, in modo continuato e organizzato ha “ceduto, trasportato e gestito abusivamente ingenti quantitativi (1.200 tonnellate l’anno, per un totale di 6.000 tonnellate) di rifiuti speciali non pericolosi derivanti dal processo di depurazione a cui è stata abusivamente attribuita la natura di ‘borlande’ derivanti dal processo di distillazione”, è scritto nel capo d’accusa. Questi rifiuti sono stati “smaltiti illecitamente mediante la realizzazione di una discarica abusiva sui terreni agricoli messi a disposizione per lo spandimento, qualificandoli falsamente come fertilizzanti”. Nello stesso periodo preso in considerazione sono stati smaltiti con le stesse modalità “ circa 4.500 tonnellate (900 l’anno) di rifiuti speciali non pericolosi, costituiti da fanghi (CER 020750) derivanti e prodotto dall’impianto di produzione industriale.