Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scooter rubato ritrovato a Fontivegge, agenti inseguono e catturano due stranieri

La Digos denuncia un tifoso

  • a
  • a
  • a

Riconosce il proprio scooter rubato giorni prima e chiama la polizia. A bordo c'erano due uomini. E' successo a Fontivegge. Gli agenti, dopo aver acquisito accurate descrizioni, sono riusciti a a localizzare i due personaggi proprio nelle vicinanze di un muro che sovrasta i binari della Stazione Perugina. I due si sono sentiti sotto osservazione  e sono scappati.  I due fuggitivi si sono divisi e la polizia va dietro a quello che era stato visto rubare lo scooter in precedenza. L'agente riesce a raggiungerlo e bloccarlo anche grazie a una pattuglia di carabinieri, di passaggio. L'altro è stato bloccato sempre dagli agenti con l'ausilio della guardia di finanza. Dagli accertamenti condotti i due sono risultati essere due cittadini extracomunitari di origini tunisine di 30 e 38 anni, senza fissa dimora e con precedenti di polizia. Il 30enne, riconosciuto dal proprietario come l’uomo visto alla guida del suo ciclomotore, è risultato essere un senza fissa dimora ed avere a proprio carico precedenti per reati contro il patrimonio oltre che irregolare in Italia. Mentre il 38enne, sempre senza fissa dimora, regolare sul territorio nazionale, presentava come precedenti di Polizia reati contro la persona, contro il patrimonio, ed in materia di sostanza stupefacenti. Il 30enne, dopo aver ammesso l’utilizzo del mezzo, in quanto convinto fosse di un suo connazionale, riferiva agli agenti dove potevano rinvenire il ciclomotore, i quali lo riconsegnavano al legittimo proprietario. L’uomo veniva deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione ed avviate a proprio carico le pratiche per la sua espulsione.