Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, ragazzi morti per droga. Il pusher era in cura al Sert

  • a
  • a
  • a

“Non è un criminale incallito, ma un uomo con problemi. Da quando è in carcere piange e si dispera”. Così l’avvocato Massimo Carignani, difensore di Aldo Romboli, il 41enne ternano arrestato per aver ceduto la dose letale ai due ragazzini trovati morti in casa nel corso della mattinata di martedì 7 luglio. L’indagato aveva avuto dei piccoli precedenti penali e dei Daspo, ma non era mai stato in carcere. Ora è accusato di spaccio e morte come conseguenza di altro delitto. Il suo legale l’ha già incontrato nel carcere di Sabbione. Da tempo il suo assistito era in cura al Sert di Terni e proprio per questo motivo si sarebbe procurato con facilità il metadone.