Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Centri estivi, il Comune di Perugia potenzia il servizio

Obiettivo è anche quello di contenere i costi delle famiglie

  • a
  • a
  • a

Potenziare i centri estivi contenendo anche i costi delle iscrizioni a carico delle famiglie. La giunta comunale, su proposta del vice sindaco ed assessore alle politiche scolastiche Gianluca Tuteri, ha dato il via all’utilizzo di risorse per un ulteriore miglioramento del servizio. Si tratta, in sostanza, di somme riservate al Comune di Perugia nell’ambito del fondo nazionale destinato alle politiche della famiglia per finanziare iniziative, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, destinate a introdurre interventi per il potenziamento dei centri estivi diurni, dei servizi socio-educativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa destinati alle attività di bambini e bambine di età compresa fra i 3 e i 14 anni, per i mesi da giugno a settembre 2020. L’Amministrazione comunale, in particolare, ha deciso di impiegare le risorse a disposizione per il perseguimento di tre obiettivi prioritari come favorire l’inserimento dei bambini e ragazzi con disabilità: tale progetto è gestito dal Comune in collaborazione con l’Asl sulla base di appositi accordi, garantendo il pagamento di operatori addetti all’assistenza. Altro obiettivo è quello di favorire l’inserimento dei bambini e ragazzi attualmente assistiti dai servizi sociali del Comune; tale servizio è gestito in collaborazione con i servizi sociali medesimi, garantendo ai gestori il pagamento delle rette non pagate dagli utente. Infine, ma non da ultimo per importanza, contenere il costo delle tariffe di iscrizione a carico delle famiglie, da rimborsare ai gestori dei centri estivi sulla base del numero di iscritti e del relativo periodo di iscrizione.