Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, ragazzi morti nel sonno. I carabinieri battono la pista della droga

Ascoltati amici e conoscenti delle vittime, che avrebbero trascorso insieme la sera prima della tragedia. Lo sgomento del sindaco Latini

  • a
  • a
  • a

Ragazzi morti nel sonno a Terni, i carabinieri battono la pista dell'assunzione di droga.

Queste le prime risultanze delle indagini avviate dagli uomini del Nucleo investigativo della Compagnia di Terni dell'Arma subito dopo il ritrovamento dei cadaveri dei due ragazzi di 15 e 16 anni, da parte dei familiari, nelle rispettive abitazioni al quartiere San Giovanni e nella zona residenziale di Villa Palma.

A nulla sono valsi i tentativi dei soccorritori che, la mattina di martedì 7 luglio 2020, non hanno potuto che constatare il decesso di entrambe le giovanissime vittime di questa tragedia.

I carabinieri hanno immediatamente sentito amici e conoscenti dei due ragazzi, che si frequentavano e che, a quanto trapelato, avrebbero trascorso insieme anche la serata di ieri. Nel primo pomeriggio una nota dell'Arma ipotizza esplicitamente che "il decesso dei due minori, molto amici fra loro, potrebbe essere collegato all’assunzione di sostanze droganti".

Il cerchio investigativo  si starebbe chiudendo anche intorno ad un uomo che, lunedì sera, sarebbe stato visto insieme ai due ragazzi.

Anche il sindaco di Terni, Leonardo Latini, si è detto "sgomento e profondamente addolorato per la tragedia che ha colpito due giovanissimi ragazzi e l’intera città di Terni”. 

“In questo momento - ha concluso il primo cittadino - intendo esprimere la vicinanza mia e dell’Istituzione che rappresento, oltre che dell’intera comunità ternana, alle famiglie che hanno subito questa enorme perdita”.