Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Treofan, altolà sugli scioperi. Ma i sindacati non mollano

Il sindaco Latini chiede l'intervento del Governo per sbloccare la vertenza

  • a
  • a
  • a

Alta tensione alla Treofan di Terni. "L'ad di Jindal, Kaufmann - afferma Marianna Formica, segretaria provinciale della Filctem Cgil - ci ha inviato una mail nella quale si minaccia, visto lo stop and go delle linee dovuto allo sciopero, di fermare definitivamente la produzione. La risposta è stata che già in assemblea si era deciso di salvaguardare la marcia delle linee per non pregiudicare le produzioni del sito di Terni al quale teniamo. È stata ribadita la volontà di non riconoscere più Kaufmann come nostro interlocutore. Del caso abbiamo comunque già informato sia la Regione che il Mise". I sindacati hanno proclamato un altro pacchetto di scioperi per la durata complessiva di 24 ore a partire da lunedì 6 luglio. Intanto anche il sindaco, Leonardo Latini, chiede un piano industriale credibile, punti di riferimenti certi e normali relazioni industriali. E sollecita l'intervento del Governo per sbloccare la vertenza che sta mettendo a rischio 143 posti di lavoro.