Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il cane antidroga Enduro scopre eroina e marijuana: un arresto e una denuncia

In manette è finito un quarantenne tunisino che ha alle spalle precedenti specifici ed è anche stato coinvolto in un omicidio

  • a
  • a
  • a

Un arresto e una denuncia per droga a Terni.

E’ il bilancio dei servizi di prevenzione e contrasto antidroga disposti dal questore di Terni, Roberto Massucci, anche con l’impiego di unità cinofila specializzata e del Reparto Prevenzione Crimine, tra cui il cane Enduro, specializzato nella ricerca di stupefacenti.

A finire in manette, ad opera della squadra mobile, ha arrestato un quarantenne tunisino con l’accusa di spaccio di droga nei pressi di via Rosselli.

L’uomo è stato bloccato subito dopo aver spacciato una dose di eroina; dalla perquisizione in casa è stato proprio il cane Enduro ad aver trovato altre dosi di eroina e un bilancino di precisione. Il tunisino, con precedenti per stupefacenti ed omicidio commesso a Perugia, è stato arrestato e messo a disposizione del pm, Barbara Mazzullo.

Enduro è stato protagonista anche alla stazione ferroviaria nei controlli sui viaggiatori provenienti da Roma, Ancona e Perugia.

Il cane antidroga ha segnalato infatti un cittadino colombiano transessuale con indosso 8 grammi di marijuana, oltre a 1.000 euro in contanti in banconote da 50 e 20 euro. Lo straniero proveniente da Roma, irregolare sul territorio nazionale ha detto di essere ospite di un suo connazionale.

Nel corso della perquisizione domiciliare sono stati trovati altre 6 grammi di marijuana e per questo è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti con il sequestro del denaro in suo possesso. Nella mattinata l’Ufficio Immigrazione lo ha espulso dal territorio nazionale.

Sempre nei pressi della stazione ferroviaria è stato controllato un cittadino del Marocco, residente ad Acquasparta, con precedenti per stupefacenti. Sottoposto al controllo di Enduro gli sono stati trovati due grammi di marijuana e per tale motivo è scattata la segnalazione alla Prefettura di Terni.