Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, la Regione stanzia tre milioni e 700 mila euro per aiutare le famiglie in difficoltà

Oltre due milioni saranno trasferiti immediatamente ai Comuni

  • a
  • a
  • a

La Regione dell'Umbria mette a disposizione 3 milioni 700 mila euro per interventi a favore dei minori, delle famiglie  in povertà, degli anziani e  delle persone non autosufficienti. Dei 3 milioni 623 mila euro programmati nel Fondo sociale,  oltre 2 milioni saranno trasferiti immediatamente ai Comuni, mentre la quota di 1 milione sarà aggiunta al Fondo per la Non autosufficienza e altri 388 mila euro andranno ad aggiungersi alle risorse a sostegno del Piano povertà.

“Le necessarie misure messe in atto per il contenimento della pandemia – spiega l'assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto - hanno inciso profondamente sul tessuto sociale e economico nazionale e quindi anche in quello umbro, segnando una crisi epocale nei confronti di cittadini, famiglie e imprese. La Giunta regionale dell’Umbria quindi, ha dato corso a una programmazione che prevede una prima attuazione di  interventi straordinari e urgenti attraverso l’utilizzo di risorse comunitarie, nazionali e regionali. Di conseguenza, è stato deciso di procedere al riparto e al trasferimento agli Enti Locali delle risorse del Fondo sociale regionale 2020, per consentire così agli enti di far fronte, da un lato, agli aumentati bisogni sociali e ai conseguenti costi che ne derivano e, dall’altro, di garantire il mantenimento dei servizi sociali che, in alcuni casi, potrebbero aver subito delle modifiche circa le loro modalità di erogazione  per l’applicazione delle regole di sicurezza disposte per fronteggiare l’espandersi del Covid – 19”.