Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, aborto farmacologico, oggi la protesta contro la giunta Tesei

  • a
  • a
  • a

E’ convocata per oggi pomeriggio alle 17 la manifestazione di protesta in piazza VI Novembre contro la decisione della giunta della Regione Umbria di abrogare la legge della precedente legislatura che contemplava la possibilità di poter fare l’aborto farmacologico sia al proprio domicilio che in day hospital. La giunta a trazione leghista ha abrogato la norma e ha di fatto, reso obbligatorio il ricovero di tre giorni in ospedale. La presidente, Donatella Tesei, nei giorni scorsi ha sostenuto di aver solo agito nell’interesse delle donne e di aver adeguato la normativa alla legge nazionale. A quel punto, partendo proprio dal caso umbro, il ministro della salute, Roberto Speranza, ha chiesto un nuovo parere al CSS perché l’altro - che consigliava il ricovero di 3 giorni appunto - risale al 2010. Ma le donne intanto non ci stanno, e il movimento trasversale ha dato appuntamento per oggi per la protesta di piazza, mentre sulla piattaforma change.org le firme raccolte contro la novità introdotta dalla giunta Tesei hanno raggiunto quota 40 mila firme. “La manifestazione - scrivono le organizzatrici in una nota -nasce per combattere la decisione della Regione Umbria di imporre il ricovero di tre giorni per il ricorso alla Ivg farmacologica, che nascondendosi dietro la retorica della tutela della salute delle donne punta a limitare il ricorso alla Pillola RU486. Alla manifestazione si alterneranno numerosi interventi e testimonianze di donne. Le organizzatrici invitano tutte e tutti ad indossare qualcosa di rosso. La manifestazione si svolgerà nel rispetto delle normative anti-covid, per questo si invitano ancora tutti i partecipanti a venire con la mascherina e a mantenere la distanza di sicurezza”.