Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Aeroporto di Perugia, annullato il volo per Tirana per lo stop del governo albanese. Dall'Enac niente autorizzazioni in deroga

  • a
  • a
  • a

E' stato annullato il volo tra Perugia e Tirana annunciato per venerdì 18 giugno. Stando a quanto comunica Sase, società di gestione dell'aeroporto San Francesco di Assisi, il governo albanese ha vietato i collegamenti aerei in questa fase. Era stata la stessa Sase ad annunciare il volo e la riapertura alle tratte commerciali dello scalo umbro a partire da venerdì. L'aeroporto di Perugia, tuttavia, non figura tra i 25 autorizzati alla riapertura presenti nel decreto del 14 giugno firmato dal ministro dei Trasporti, Paola De Micheli. In base al provvedimento per riaprire occorre chiedere e ottenere una deroga all'Enac, ente nazionale di aviazione civile, che fa capo al governo. La società di gestione dello scalo umbro fa sapere di aver inviato domanda ma sul sito dell'Enac non sono indicati procedimenti avviati in questo senso. Negli ultimi tre anni in almeno quattro casi sono stati annunciati voli che poi non si sono concretizzati. Basti citare i casi FlyMarche, FlyVolare, Cobrex e Aliblue Malta. Sase precisa che in tutti questi casi, compreso l'ultimo volo per l'Albania, si tratta di eventi non riconducibili alla volontà legate dello scalo, ma per cause legate alle compagnie aeree o cause di forza maggiore. Lo scalo umbro è costato oltre 55 milioni, 45 stanziati per l'infrastruttura e 10 di perdite fiscali (in dieci anni) ripianate dai soci. Ci sono poi i tre milioni annui messi dagli enti locali per lo sviluppo dei voli e il funzionamento della società.