Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Riapre la Collegiata

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

La Chiesa Collegiata riapre le porte al culto e agli umbertidesi. Domenica 8 maggio, dalle ore 17, il tempio dedicato alla Beata Vergine Maria tornerà finalmente ad essere fruibile dopo l'imponente intervento di manutenzione straordinaria e di risanamento conservativo durato tre anni. Era infatti il 7 aprile del 2013 quando il parroco don Pietro Vispi celebrò l'ultima messa prima di chiudere i battenti della Collegiata e dare il via ai lavori, diretti dall'architetto Francesco Raschi e finanziati dalla Conferenza Episcopale Italiana, che hanno permesso il consolidamento dell'apparato murario in pietra serena, il restauro della stuccatura e della velatura del tessuto murario in cotto, il rifacimento della copertura e dei finestroni, la sistemazione delle finiture interne e la messa a norma e il rifacimento dell'impiantistica, compresa la realizzazione del nuovo sistema di illuminazione esterna che oggi fa risplendere la Collegiata. I lavori hanno permesso di intervenire anche su alcune delle preziose opere d'arte conservate al suo interno, con il consolidamento e la ripulitura delle tele, la chiusura delle mancanze e il ripristino pittorico. Il restauro delle tele, finanziato in parte dalla Soprintendenza per i Beni storici artistici ed etnoantropologici dell'Umbria ed in parte da privati e condotto dalla restauratrice Giorgia Feligioni, ha interessato in particolare “La Trasfigurazione di Cristo e Santi” del Pomarancio (1578), “San Gaetano e Cristo Stauroforo” di Giovanni Alabornà (1749), la “Beata Vergine di Loreto con S. Andrea Avellino e S. Ubaldo” sempre di Alabornà (1749) e la “Beata Vergine Maria tra i Santi Patroni di Umbertide” di un autore sconosciuto risalente ai primi del Cinquecento. Il programma della cerimonia di riapertura dell'edificio di culto prevede alle ore 17 l'arrivo del corteo del Clero, del Gonfalone e delle autorità dalla Chiesa di San Francesco, per proseguire alle ore 17,30 con la santa messa celebrata dal Cardinale Ennio Antonelli insieme al Vescovo della Diocesi di Gubbio Mario Ceccobelli e al Vescovo Emerito Don Pietro Bottaccioli e accompagnata dalla Corale "Ebe Igi" di Umbertide. Al termine della celebrazione religiosa è previsto un punto di ristoro in piazza. Alle ore 21 poi sarà possibile prendere parte alla visita guidata alle opere d'arte recentemente restaurate, con accompagnamento musicale della corale "I Cantori di San Francesco". La giornata terminerà con uno spettacolo pirotecnico.