Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Si barrica in camera per evitare le botte della convivente

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Intervento della volante di Perugia per l'ennesima violenza domestica, in cui ad avere la peggio è stato l'uomo. Tutto è iniziato quando, durante la cena, un 39enne, residente ad Ellera di Corciano con la donna da cui ha anche avuto un figlio, ha comunicato alla convivente di aver deciso di lasciarla. Lei non l'ha presa affatto bene e, sospettando che l'uomo avesse già trovato una nuova compagnia, lo ha incalzato con una serie di domande. Le spiegazioni del 39enne, però, non l'hanno convinta né placata, anzi hanno finito con l'innescare uno scatto d'ira di cui l'uomo è rimasto vittima. Infatti la donna si è alzata repentinamente da tavola e, secondo la versione del suo compagno, ha cominciato a picchiarlo colpendolo più volte alle spalle e all'addome, fino a costringerlo a correre in camera da letto e a chiudersi a chiave per poter contattare il 113. La volante, al suo arrivo, ha trovato i due ancora impegnati a discutere e naturalmente ha acquisito anche la versione della donna, che ha ammesso le percosse, ma ha aggiunto che anche l'uomo si è difeso ed ha alzato le mani contro di lei. In ogni caso, la polizia ha constatato come nessuno avesse bisogno di cure mediche, né volesse sporgere querela. Tuttavia, da accertamenti, è emerso che il 39enne è detentore di alcuni fucili da caccia e che sua madre e suo padre risiedono non molto lontano dal luogo dell'intervento. Pertanto la volante ha proceduto al ritiro cautelare delle armi e ha convinto l'uomo a trasferirsi a casa dei suoi genitori.