Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio della Solidarietà: a vincere sarà chi effettua più donazioni di sangue

Alice Guerrini
  • a
  • a
  • a

L'Avis e la Pro loco unite nel segno della donazione. Sabato prenderà il via la 36esima Settimana Magionese e quest'anno le due associazioni collaboreranno nell'organizzazione del primo “Palio della Solidarietà”. La sfida è sempre tra i quattro rioni del paese (Casenuove, Caserino, Comune e Stazione) ma a vincere in questo caso non sarà il più veloce, ma quello che avrà portato più persone a donare sangue tra il primo luglio e il giorno di Ferragosto. Questo appuntamento è l'evoluzione della donazione di gruppo con le maglie rionali, avvenuta l'anno scorso “un evento – dice Matteo Giannetti, numero uno dell'Avis - che vede la collaborazione tra associazioni e rioni volta a una crescita comune. Ovviamente siamo pronti a collaborare con chi voglia farlo per sviluppare sempre nuovi progetti. Avis è sinonimo di promozione del dono del sangue, ma può contribuire alla crescita personale dei singoli individui”. Donare è fondamentale, ma lo è ancor di più nel periodo estivo, quando le richieste degli ospedali si scontrano con la flessione del numero di donazioni, a causa del caldo e delle vacanze. E' proprio per questo che in estate l'azione dei volontari si intensifica: “Vogliamo recuperare il deficit di donazioni accumulato in questi mesi, oltre che contrastare la carenza di sangue che puntuale si verifica in estate. Abbiamo infatti messo in campo nuove iniziative”. L'Avis ripropone l'appuntamento estivo del giovedì con il Freelake che tra poco ospiterà anche la seconda edizione di Miss Avis. “Abbiamo consegnato insieme all'Aido – continua Giannetti - un ingente quantitativo di tappi che verranno utilizzati per fornire servizi a disabili, siamo stati presenti alla corsa dei carrettini di Villa e San Savino”.  Ma l'Avis crede molto anche nei giovani tanto che di recente ha fatto tappa al campus del Ventinella “dove abbiamo spiegato il significato di fare volontario e donare sangue ai piccoli ospiti, ma anche ai loro genitori. Un grazie all'organizzatrice Ida Casciani e Leandro Lanari per l'ospitalità e per aver creato questa importante sinergia”.