Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tre giorni dedicati alla pesca "no kill" nelle acque del Trasimeno

I soci dell'Asd Angler

Alice Guerrini
  • a
  • a
  • a

L'Asd Angler torna sulle rive del Trasimeno con una tre giorni dedicata alla pesca “no kill”, alla natura e quest'anno anche alla sensibilizzazione dei più piccoli. Il gruppo venerdì 26 giugno si posizionerà lungo la zona che dal ristorante “Da Santino” arriva al pontile di Monte del Lago, proprio in quell'area che grazie all'Asd Angler, in collaborazione con il Comune di Magione e la Provincia di Perugia, dal 2014 è diventata tratto di pesca “no kill” (il pescato deve tornare in acqua vivo immediatamente dopo la cattura). L'iniziativa durerà fino a domenica 28 giugno e si svilupperà tramite diversi momenti: sabato per esempio uno spazio sarà dedicato ai più piccoli che saranno avviati dai giovani dell'Asd Angler al mondo della pesca, ma in modo etico. Ovviamente, come accade di consueto, la manifestazione sarà anche l'occasione per ripulire l'area a ridosso del Trasimeno da cartacce e immondizia che purtroppo ancora i soliti ignoti lasciano nel verde piuttosto che nelle riciclerie.  Anche quest'anno l'Asd Angler donerà il ricavato di questi tre giornate ad Atena onlus, istituto per la ricerca sugli aneurismi. Una raccolta fondi che avviene ormai da diversi anni, nata per ricordare l'amico Federico Fucelli, prematuramente scomparso all'età di 30 anni, proprio per un aneurisma cerebrale. Ma l'iniziativa 2015 è stata anticipata anche da un altro momento di collaborazione tra i ragazzi dell'associazione e il Comune di Magione “alcuni di noi, insieme al personale del camping-villaggio Cerquestra, mercoledì – spiega Raffaele Canfora – hanno aiutato l'amministrazione a completare i lavori per ampliare il tratto pedonale nella zona di Monte del Lago. Una risposta positiva da parte del Comune che attraverso l'assessore Cristina Tufo, si è impegnato per transennare la zona rendendola inaccessibile alle auto che molto spesso di notte raggiungo la zona per bivacchi, lasciando poi fuochi e immondizia ovunque. Venerdì, sabato e domenica invece – conclude Canfora – vi aspettiamo per festeggiare insieme quello che abbiamo ottenuto con tanta buona volontà. Se il tratto “no kill” funzionerà bene  diventerà  un esempio da seguire anche per altre realtà.  La Provincia di Perugia si è inoltre impegnata a rendere effettivo, proprio in questi giorni, il posizionamento di boe ad alta visibilità, che verranno appunto posizionate a 200 metri da riva per sensibilizzare i pescatori di professione a mantenere quella distanza in quel tratto".