Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cure palliative a domicilio, arriva un nuovo mezzo

I protagonisti della donazione

Alice Guerrini
  • a
  • a
  • a

Un nuovo mezzo donato al distretto socio sanitario di Magione per le cure palliative domiciliari. Un gesto di grande solidarietà arrivato dall'associazione “Con Noi”. Venerdì dopo la presentazione del giornalista, Pierpaolo Bellucci, il presidente Antonello Sterlini ha tracciato la storia di questo gruppo di volontari, nato nel 1994, sensibili al problema di alleviare le sofferenze delle persone affette da patologie in fase terminale. Un'attività che viene portata avanti da personale sanitario specializzato, insieme a volontari preparati da appositi corsi di formazione. Un servizio che da Assisi si è poi spinto oltre i confini della città serafica e ha iniziato a essere presente anche al Trasimeno, dove nel 2014 ha seguito circa 130 malati. A sottolineare l'importanza di un lavoro svolto in equipe, da persone preparate che hanno seguito un percorso, è stato Manlio Lucentini, ex dirigente Usl e tra gli ideatori dell'Hospice messo a disposizione proprio dal servizio di cure palliative. Tra i presenti anche il responsabile del distretto di salute di Magione, Giorgio Fuso che ha colto l'occasione per sottolineare l'importanza di guardare a una sanità in grado di mettere insieme le professionalità della medicina generale, specialistica e gli operatori del territorio, nella possibilità di avere anche al Trasimeno la Casa della Salute in cui poter affrontare con più efficacia le patologie croniche, comprese quelle terminali, con l'obiettivo di diminuire i ricoveri ed evitare intasamenti dei pronto soccorso.