Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Acqua da Montedoglio, ecco il sistema per gli agricoltori del Trasimeno

Il vascone a Sanfatucchio per lo stoccaggio delle acque

Alice Guerrini
  • a
  • a
  • a

E' stato presentato ufficialmente il sistema idrico che porta nelle campagne intorno al lago Trasimeno l'acqua da Montedoglio. L'intervento presentato a Castiglione del Lago è costato 22 milioni ed è compreso nella zona che da Borghetto procede verso sud in direzione di Laviano e Sanfatucchio. “Un'opera grandiosa - l'ha definita il sindaco Batino - e soprattutto utile che sta contribuendo all'attuale stato di salute del lago, evitando attingimenti per i campi; ma che ha anche posto le basi per un'agricoltura moderna. Crediamo sia fondamentale rilanciare questo settore che deve tornare a essere il cuore dell'economia e l'impegno è quello di continuare e completare i lavori per realizzare una rete irrigua in grado di garantire acqua a tutto il territorio e ai comuni limitrofi”. A illustrare l'intervento in dettaglio, il direttore dell'ente acque umbre toscane, Fabio Lunardi: “Sono stati realizzati 31 chilometri di grandi tubazioni, tre vasche di compensazione per la distribuzione dell'acqua, 12 attraversamenti di strade; due manufatti di scarico e una galleria di 500 metri per garantire ispezioni”. C'è da considerare inoltre che in caso di piena, proprio da uno dei due impianti di scarico (quello in zona Paganico), se necessario si potrebbe far confluire l'acqua di Montedoglio direttamente al Trasimeno. “L'opera eseguita da un pool di imprese umbre capeggiate dalla Calzoni - ha continuato Lunardi - è una risorsa strategica a disposizione del territorio e dei suoi imprenditori”. I lavori si sono svolti nel 2013 con il collaudo effettuato a febbraio, ma tutto è partito anni fa, a seguito delle gravi emergenze idriche del Trasimeno. Soddisfatta l'assessore regionale all'Agricoltura, Fernanda Cecchini: “Il sistema idrico dell'Umbria è all'avanguardia come capacità di mettere a disposizione della popolazione acqua sia per uso potabile sia per quello irriguo;Montedoglio rappresenta una delle opere idrauliche più importanti realizzate in Italia negli ultimi decenni”. Resta aperta la questione del collegamento con il Chiascio “per il quale si parla di 50 milioni e che è stato inserito tra le priorità che la Regione ha inviato al governo”.