Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tentano furto in una casa, ma il proprietario le fa arrestare

Alice Guerrini
  • a
  • a
  • a

Cercano di entrare in un appartamento per rubare, ma dentro ci trovano il proprietario. Sono state colte con le mani nel sacco due giovani zingare residenti in un campo nomadi di Roma, che si sono intrufolate in un condominio di Magione. Dopo aver bussato alla porta di diverse abitazioni, forse sperando di trovarle senza i proprietari all'interno, sono arrivate all'uscio dell'ennesimo appartamento. Ma il proprietario insospettito non si è lasciato ingannare e prima di aprire il portone ha controllato dallo spioncino senza rispondere. Ha capito che qualcosa non andava quando ha notato la donna tirare fuori un accendino e avvicinarlo allo spioncino, tecnica usata spesso dai ladri per verificare che dall'altra parte non ci sia effettivamente nessuno a controllare. Al proprietario è bastato poco per capire che le intenzioni non erano certo delle migliori e la conferma è arrivata quando l'ha sentita armeggiare con la serratura. A questo punto è partita la chiamata ai carabinieri di Città della Pieve che sono arrivati immediatamente, riuscendo a individuare e arrestare le due donne. Da quanto si apprende le giovani sono risultate avere diversi precedenti per furto in abitazione. La minorenne è stata affidata a una casa-famiglia, l'altra donna è stata condannata a un anno di reclusione, ma rimessa in libertà con obbligo di firma.