Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Al via la Settimana magionese con un dibattito sul vino

Alice Guerrini
  • a
  • a
  • a

E' partita la 35esima Settimana Magionese. Sabato mattina, ad aprire la festa una conferenza-intervista sulla “Doc-Dop del Trasimeno tra passato e futuro”, incontro in compagnia di Nicola Sportoletti e dell'intervistatore, Leonardo Bianchi. Ad aprire la mattinata, i saluti del primo cittadino e un minuto di silenzio per ricordare Bruno Betti, il 39enne che ha perso la vita mentre si trovava al lavoro, nella discarica di Borgo Giglione. “La Settimana Magionese non è una sagra, ma – ha spiegato il sindaco, Giacomo Chiodini - un contenitore di cultura, storia, tradizione ed enogastronomia. E come ogni anno grazie all'impegno della Pro loco, riesce a proporre un programma ricco di iniziative ed eventi, nonostante le difficoltà economiche legate al momento”. A seguire i saluti del presidente della Pro Magione, Simone Bietolini “quest'anno abbiamo deciso di aprire la manifestazione con un incontro che non parlasse solo di cultura, ma anche del nostro territorio. Da qui la decisione di una mattinata con Nicola Sportoletti, grande conoscitore di vino. La nostra associazione crede molto nella necessità di sostenere le attività del luogo e le sue peculiarità”. GUARDA LE FOTO Quindi durante la mattinata si è parlato di vino come “espressione della terra e dei suoi produttori”. Nicola Sportoletti, grande amante del territorio, ha saputo intrattenere i presenti toccando insieme a Leonardo Bianchi tanti temi. Si è passati dalla storia dei vigneti all'epoca degli etruschi, al significato del termine Doc e Dop. Ma si sono anche illustrate le caratteristiche che diversificano i diversi vini del Trasimeno, i termini dialettali legati al vino, la sua storia durante il primo dopoguerra. La conferenza si è chiusa parlando di quale sia la miglior promozione del territorio e dei suoi prodotti. A seguire una degustazione di alcuni vini provenienti della cantine locali. Nel pomeriggio di sabato (ore 17.30) ci sarà anche l'inaugurazione della mostra personale, “Tower with a view / Torre con vista” di Stefano Chiacchella (a cura di Viviana Tessitore) ospitata nella Torre dei Lambardi, fino al 21 settembre. Anche quest'anno la manifestazione viene realizzata grazie al lavoro comune di Pro loco, associazioni del territorio, amministrazione e sponsor, senza dimenticare i quattro Rioni che anche quest'anno daranno vita, sabato 16 agosto, al tradizionale corteo storico e al 34esimo Palio del Giogo (premiazione domenica 17 agosto). Ma un primo assaggio si avrà già sabato sera, 9 agosto, alle 21.45 in piazza Carpine con la “Disfida”. Suggestivo evento che vedrà la riconsegna del giogo da parte dei vincitori dell'edizione 2013 (i giogaioli del Caserino) e la presentazione dei partecipanti per il 2014. Una serata organizzata in collaborazione con la Società Filarmonica Biancalana, i Tamburini del Palio delle Barche di Passignano, dell'Associazione Cavalieri Pian di Carpine e della Compagnia teatrale magionese. Durante la serata saranno inaugurate anche le numerose mostre allestite in occasione della Settimana Magionese.