Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Torre Colombaia, pioniera umbra del biologico, protagonista a Linea Verde

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

“Torre Colombaia” la prima azienda biologica certificata dell'Umbria, rappresenterà l'Umbria il 6 settembre a Linea Verde. Il servizio, incentrato su girasole ed olio di girasole, è stato curato dall'inviato Patrizio Roversi, affascinato e brillante nello scoprire e descrivere una realtà di eccellenza, ad oggi più conosciuta in Italia ed all'estero che nella regione. A fargli da cicerone, l'eclettico titolare Alfredo Fasola Bologna, già ricercatore e docente universitario, dalla solida esperienza maturata negli Usa ed un passato da sindacalista, che ormai da 30 anni sta interpretando in chiave filosofico-ecologico-agricola una proprietà di famiglia. Dalla certificazione Aiab, ottenuta nel 1986, ne è passato di tempo ed oggi il complesso si sviluppa su 160 ettari di area SIC (Sito di Importanza Comunitaria), dei quali 100 costituiti da uno dei rarissimi esempi umbri di bosco planiziale ad alto fusto, tale da garantire quella purificazione di aria ed apporto idrico favorevole alle colture biologiche. L'azienda consta anche di un agriturismo vocato ad accogliere gruppi di studio, ricerca e sperimentazione, ed un ristorante per cene vegane (dal 1 settembre aperto anche domenica a pranzo - prenotazione 075 8787381). La produzione tipica è quella dei cereali. Nel granaio, enormi sacchi bianchi di tela custodiscono girasole, lino, grano saraceno, kamut, meglio detto Grano del Faraone, grano tenero. Prodotti trasformati nel molino a pietra in farine e spremuti a freddo per dare oli ricchi di Omega3 e Omega6, destinati alla medicina naturale, specie quella che segue il metodo Kousmine.