Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bracconieri uccidono cinghiale e tentano la fuga

La foto del cinghiale diffusa dalla Provincia

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Nuova operazione antibracconaggio. Nel corso di un servizio notturno in località Quadro, a Todi, la polizia provinciale di Perugia ha sorpreso due uomini, mentre si spostavano a bordo di un'autovettura. Dopo il fermo intimato dagli agenti i due bracconieri sono scappati, subito inseguiti e fermati. Al momento della perquisizione dell'auto gli agenti hanno rinvenuto nell'abitacolo dell'auto una torcia, un binocolo e un fucile ma non carcasse di animali. Gli agenti però, conoscendo le modalità usate dai bracconieri, hanno perquisito la zona limitrofa, trovando la carcassa di un cinghiale abbattuto e poi abbandonato. “E' una procedura consolidata – spiegano gli agenti della polizia provinciale - quella di sparare all'animale per poi scappare e tornare sul posto nel momento che le acque si sono calmate, per recuperare la carcassa”. I poliziotti hanno proceduto al sequestro penale dell'animale e del fucile (un semiautomatico, marca Beretta). A carico dei due uomini il deferimento alla Procura della Repubblica per aver esercitato la caccia in periodo di divieto generale. Solo pochi giorni prima altri bracconieri erano stati sorpresi a trasportare un cinghiale abbattuto (LEGGI L'ARTICOLO).