Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nonna Lella: grande festa per i 100 anni

Alvaro Angeleri e Paolino Sfurio
  • a
  • a
  • a

Grande festa a Doglio per i primi 100 anni di nonna Agnese. La prima cosa che colpisce di “Lella” è la sua vivacità. Sembrano non pesarle i 100 anni di età compiuti lo scorso 21 gennaio. Tutta la sua simpatia si palesa quando, vedendo tutta la gente che la festeggia dichiara sorpresa e felice “chi mi ha mandato tutta questa gente?”. Nata il 21 gennaio 1915 in una casina a Frontignano da papà Cesare Antonini e mamma Sandra, ricorda suo padre morto durante la disastrosa ritirata di Caporetto ordinata dal generale Luigi Cadorna. Di suo padre gli è rimasto il ricordo di come la chiamava affettuosamente, Lella era il suo soprannome. La sua infanzia è trascorsa insieme ai fratelli Francesco e Rosa e la mamma Sandra tra le campagne di Todi e a Quadro, dove si trasferirono dopo che lo zio venne nominato sacerdote. Lella ricorda con amore il marito Carlo, dal quale ebbe tre figli che definisce bravi e speciali: Antonio, Paola e Luciana. Dopo il matrimonio Lella si trasferisce a Doglio dove il marito lavorava come calzolaio e lei sfruttava la sua dote ai fornelli per cucinare ai matrimoni. “Non esiste un segreto per arrivare a questa età” confida nonna Lella. “Posso solamente dirvi - ricorda ai nipoti Franco, Rita e Massimiliano e ai pronipoti - che nella vita bisogna lavorare e stare bene con chi abbiamo vicino. I giovani non hanno conosciuto i miei tempi, ma posso assicurare che non erano facili, tuttavia a me è sempre avanzato quello che avevo e non mi è mancato nulla”. Il sindaco Daniela Brugnossi ha consegnato una targhetta dipinta a mano per ricordare questo raro ed importante traguardo.