Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Furto da migliaia di euro al bar, il palo è la ragazza di 19 anni

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Rubano l'incasso di un bar, ma vengono arrestati dai carabinieri. Domenica 19 ottobre il titolare di un bar di Monte Castello di Vibio, durante le operazioni di chiusura serale, è stato derubato dell'incasso settimanale. Da qui le indagini dei militari secondo i quali un ventenne tunisino irregolare, T.M.S. le sue iniziali, già conosciuto alle forze dell'ordine, aveva il colpo. Per portarlo a termine si è avvalso dell'aiuto della fidanzata, una 19enne tuderte e di un coetaneo polacco, P. D. K. La sera la giovane tuderte, insieme ai genitori, è andata al bar per giocare alle slot machine, comunicando telefonicamente i movimenti del titolare al fidanzato e al polacco. Il piano è scattato quando nel locale erano rimasti solo la giovane con i genitori: la ragazza ha chiamato il titolare nella sala slot per distrarlo, dando l'input al polacco di entrare nel bar, permettendogli di rubare le borse con l'incasso della settimana. Subito dopo il polacco, insieme al tunisino che lo attendeva fuori, si è dato alla fuga a bordo di un'auto, mentre la ragazza è tornata a casa con i suoi genitori. I carabinieri di Monte Castello di Vibio hanno individuato per prima la ragazza, trovando nella sua abitazione di Todi 3.900 euro, parte del provento del furto. Poi sono andati a Collepepe dove è stato rintracciato il tunisino e infine a Perugia dove, nascosto sul balcone di un'abitazione, è stato bloccato il polacco, che è stato portato nel carcere di Spoleto. In cella anche il tunisino, mentre per la ragazza è scattato l'obbligo di presentazione alla stazione carabinieri di Todi cinque giorni a settimana.