Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lite durante il rosario, prete denunciato per aggressione

default_image

A. S.
  • a
  • a
  • a

Una denuncia nei confronti di un prete. Questi i fatti verificatisi a Todi, almeno così come sono raccontati dalla denuncia presentata ai carabinieri da Oliviero Bocchini, Presidente del Circolo di Cecanibbi. Domenica scorsa si celebravano i 25 anni di vita del Circolo, che ha raggiunto progressivamente una notevole notorietà, certificata dalla presenza alla festa di molti personaggi di spicco fra cui anche la presidente della giunta regionale. Per l'occasione il presidente pensava prima ad una messa e poi, visto che la disponibilità del parroco era limitata ad una mezz'ora, per la festa patronale a Pian di San Martino, ripiegava in un Rosario che si sarebbe dovuto celebrare all'interno del Circolo. Per ragioni di carattere organizzativo presentando delle difficoltà questa soluzione, l'alternativa migliore è sembrata quella di recitare il Rosario in chiesa. Tutto è filato liscio ma, finito il Rosario, quando Oliviero Bocchini è andato in sagrestia a prendere la sua borsa con i documenti relativi ai festeggiamenti si è visto, così recita la denuncia, aggredire, prima verbalmente e poi fisicamente dal prete in questione. L'accusa del parroco era quella di aver preso questa iniziativa, appunto il Rosario in chiesa, senza consultarlo. L'intervento di alcune persone ha impedito che lo “scontro” degenerasse ulteriormente, ma la mattina successiva avvertendo Oliviero Bocchini dei dolori ad un braccio è andato al pronto soccorso dell'ospedale comprensoriale di Pantalla, dove è stato visitato e gli è stata riconosciuta una prognosi di tre giorni. La conseguenza è stata quindi una denuncia nei confronti del prete ai carabinieri.