Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Un arresto e nove denunceper alcol, drogae possesso di armi

In manette extracomunitario che deve scontare una pena di tre anni e quattro mesi di reclusione

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

A Deruta i carabinieri della Compagnia di Todi hanno eseguito un provvedimento restrittivo in carcere nei  confronti di Y.A.K., 24enne nigeriano che era sottoposto agli arresti domiciliari; il giovane extracomunitario, già noto alle forze dell'ordine, è stato raggiunto dai militari presso il suo domicilio dopo che l'autorità giudiziaria aveva emesso nei suoi confronti un ordine di carcerazione, dovendo scontare una pena di tre anni e quattro mesi di reclusione per reati riguardanti gli stupefacenti. Lo straniero, dopo essere stato condotto nei locali della Compagnia di Todi per le formalità di rito, veniva poi trasferito presso la Casa Circondariale di Perugia. Venivano poi deferiti all'autorità giudiziaria, in stato di libertà: due  uomini, uno di San Venanzo e l'altro di Giano dell'Umbria ed una donna di Perugia, che sonop stati sorpresi alla guida della propria autovettura in evidente stato di ebbrezza alcolica, riscontrato mediante l'uso dell'etilometro un tasso alcolemico oscillante tra 1,80 e 3,00 g/l;  tre giovani, una donna tuderte, un perugino ed uno di Fossato di Vico, rifiutatisi di sottoporsi agli accertamenti clinici per verificare lo stato di alterazione psicofisica dovuta all'assunzione di sostanze stupefacenti; anche a loro venivano subito ritirate le patenti di guida: un boscaiolo rumeno domiciliato a Giano dell'Umbria, gravato da pregiudizi penali, che è stato trovato in possesso di un grosso coltello, senza giustificato motivo; un anziano tuderte responsabile di omessa custodia di armi poichè, durante l'esercizio venatorio, smarriva il proprio fucile da caccia regolarmente denunciato; un bracciante agricolo marocchino, abitante a Collazzone e noto per trascorsi giudiziari, che si metteva alla guida del ciclomotore di altra persona, sprovvisto di certificato di abilitazione alla guida, perché mai conseguito.