Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Amianto, siringhe e un motorino rubato ai giardini

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Tre sacchi contenenti amianto, un ciclomotore completamente smontato dotato di targa, un centinaio di siringhe, pneumatici (di bicicletta, automobili e autocarri), grosse taniche di plastica, un estintore, un carrello della spesa, grossi tubi per lavori nel sottosuolo stradale, ogni genere di rifiuto. Questo è quello che hanno trovato gli undici volontari del gruppo “Mi Rifiuto”, i ragazzi dell'Arci di Terni ed un operatore dell'Asm quando hanno pulito il sottopasso vicino ai giardini di via dell'Argine, inaugurati meno di un mese fa. E proprio in occasione di quella inaugurazione Asm aveva già provveduto a bonificare l'area. “Una vera e propria discarica a due passi dai giardini – spiega Marco D'Amore, di “Mi rifiuto” -. Per quantio riguarda il motorino abbiamo contattato subito segnalato il fatto al comando di polizia locale che ha inviato subito sul posto una pattuglia del nucleo radiomobile. Dopo alcune verifiche il ciclomotore è risultato essere rubato (a Rieti ndr). Non si può accettare che in così poco tempo così tanta gente abbia scelto questo posto per abbandonare i propri rifiuti che potevano essere smaltiti, anche più facilmente, in altro modo”. (Servizio completo sul Corriere dell'Umbria del 2 giugno 2019 – COMPRA L'EDIZIONE DIGITALE)