Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arrestato con mezzo chilo di droga appena sceso dal treno

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

Cinque distinti interventi della Guardia di Finanza contro lo spaccio di droga che hanno portato a due arresti, una denuncia e tre segnalazioni (di cui due a minorenni). A finire in manette un trentunenne originario della Guinea e un diciassettenne ternano mentre il deferimento a piede libero ha riguardato un 23enne nigeriano. Nel complesso sono stati sequestrati 500 grammi di hashish e oltre 50 grammi di marijuana. L'attività di controllo, condotta da finanzieri di Terni, ha preso le mosse alla stazione ferroviaria. Con l'ausilio delle unita cinofile antidroga di Perugia è stato individuato un giovane extracomunitario originario della Guinea, appena sceso dal treno proveniente da Roma. Il palese nervosismo dell'uomo ha insospettito le fiamme gialle che hanno rinvenuto, occultati in un contenitore di tetra pak per bevande, cinque panetti di hashish per un peso complessivo di 500 grammi. Il trentunenne, tratto in arresto, è finito poi di fronte al giudice per la direttissima ed è stato condannato a due anni di reclusione. Nel corso dei controlli è stato pizzicato e arrestato un diciassettenne ternano, gravato da un precedente specifico, in possesso di 53 grammi di marijuana. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare - eseguita con tutte le cautele del caso e alla presenza dei genitori - sono stati sequestrati altri 5 grammi di hashish. Il tribunale dei minorenni di Perugia ha poi disposto, nei confronti del ragazzo, la misura cautelare dell'affidamento in comunità. E' stato infine denunciato in stato di libertà un ventitreenne nigeriano in possesso di cinque dosi di marijuana pronte per lo spaccio, mentre sono stati segnalati tre soggetti, di cui due minorenni, alla Procura presso il tribunale per i minorenni e alla prefettura come assuntori.